Artemia Nova Editrice
LE ALLEGAZIONI FORENSI E GLI SCRITTI POLITICI DEGLI AVVOCATI EROI DELLA GRANDE GUERRA
LE ALLEGAZIONI FORENSI E GLI SCRITTI POLITICI DEGLI AVVOCATI EROI DELLA GRANDE GUERRA

LE ALLEGAZIONI FORENSI E GLI SCRITTI POLITICI DEGLI AVVOCATI EROI DELLA GRANDE GUERRA

Autore: GIANFRANCO COCCIOLITO

Genere: Saggistica

€ 0,00

Descrizione:

Introduzione

 

 

 

“Il Sacro e geloso uffizio degli Avvocati, e degli altri Professori Legali, come fondato sulla fiducia, che hanno i clienti della loro onestà e perizia, e come diretto a difendere con lo scudo delle leggi la vita, la libertà, l'onore e le sostanze de' cittadini, i cui gravi interessi eziandio diriggono con loro consigli a norma della civile economia, e prudenza, ha risvegliato di tempo in tempo l'attenzione del governo, affinchè sien tali onde la società, la quale appunto col vincolo delle leggi si è unita, e si sostiene, possa ritrarne l'effetto desiderato,…”

Con questa descrizione del ruolo dell'Avvocato inizia l'editto di Ferdinando IV “per la grazia di Dio Re delle Sicilie, di Gerusalemme, infante di Spagna, Duca di Parma, Piacenza e Castro, Gran Principe ereditario di Toscana….”, con il quale venne istituito, nel 1788, il Collegio degli Avvocati del Foro Napoletano prima istituzione dell'Ordine professionale e prima istituzione dell'Albo degli Avvocati.

Tanto tempo è trascorso, tante storie sono passate nella professione di Avvocato e nella società civile ma i concetti fondamentali della fedeltà al diritto e del rispetto delle leggi sono rimasti immutati e debbono rimanere intoccabili.

Gli Avvocati sono stati e sono protagonisti di grandi movimenti di libertà, sono stati e sono grandi interpreti della società civile dei quali portano le istanze nel Tempio della Giustizia.

Gli Avvocati sono stati protagonisti di gesti eroici nella prima guerra mondiale con gli Avvocati che oggi vengono celebrati e nella seconda guerra mondiale con l'Avv. Renato Molinari, Capitano degli Alpini, partigiano, fucilato dai tedeschi il 10 marzo 1945 e con gli Avvocati Riccardo Cerulli e Vincenzo Masignà, comandanti partigiani, che tanto hanno dato per la causa della libertà dell'Italia.

In occasione del centenario della fine della Prima Guerra Mondiale il Consiglio dell'Ordine degli Avvocati raccoglie in un unico volume tutte le notizie e tutti gli eroismi che riguardano la vita e la professione di Ricciardo Cervini, Orazio Moruzzi e Giorgio Romani.

Se è vero che la storia è una “lotta illustre contro il tempo” perché non degradi il ricordo delle persone e degli eventi cui noi dobbiamo il nostro presente, la nostra lotta contro il tempo è ancora più impegnativa. Infatti in oltre cento anni dai fatti narrati, se si fa eccezione per il pregevole libro di Grazia Romani sul nonno Giorgio, degli altri due Avvocati poco si è detto ed ancor meno si è scritto e, quindi, è ancora più difficoltoso oggi ricostruire le loro vicende.

I tre nostri Colleghi erano insieme iscritti all'Albo degli Avvocati presso il Tribunale civile e penale di Teramo nel 1914.

Il Presidente del Tribunale era Ugo Bonifazi ed il Procuratore del Re Marco Monaco mentre il Presidente degli Avvocati era Gustavo De Marco.

L'Albo degli Avvocati contava trenta iscritti mentre l'albo dei Procuratori ne contava settantaquattro.

I Nostri frequentavano la sede del Tribunale sita in Via Delfico da poco tempo liberata degli Uffici Postali che ne occupavano il piano terreno. Infatti fino a quando non venne inaugurato l'Ufficio postale a Piazza Sant'Agostino nel 1904, il Comune di Teramo aveva assegnato l'edificio del Collegio San Carlo sito appunto in Via Delfico, al Tribunale ed all'Ufficio postale che ne occupava il piano terra.

Il Comune aveva avuto la disponibilità dell'immobile perché in base al Regio decreto n.3036 del 7/7/1866 ed alla legge n.3848 del 15/8/1867 sull'eversione dell'asse ecclesiastico, aveva incamerato gli immobili del soppresso convento dei Cappuccini che aveva permutato con l'immobile di Via Delfico. Quest'ultimo infatti nella mappa della città disegnata in occasione dell'esposizione provinciale operaia del 1888 viene indicato come “Palazzo di giustizia e Regie Poste”.

                                                      Avv. Gianfranco Cocciolito

 

Info

Codice ISBN: 9788897877755

Pagine: 80

Informazioni:

Status: Non disponibile

Anno di pubblicazione: 2019

Acquista subito

LE ALLEGAZIONI FORENSI E GLI SCRITTI POLITICI DEGLI AVVOCATI EROI DELLA GRANDE GUERRA

Per acquistare il libro "LE ALLEGAZIONI FORENSI E GLI SCRITTI POLITICI DEGLI AVVOCATI EROI DELLA GRANDE GUERRA" di GIANFRANCO COCCIOLITO al prezzo di € 0,00 compila il seguente modulo.

MODALITA' DI PAGAMENTO: Bonifico bancario anticipato con spese di spedizione in omaggio

Informativa sulla privacy ai sensi art. 13 D. Lgs. 196/03 » Clicca qui per leggere


Vuole iscriversi alla nostra newsletter?