Artemia Nova Editrice
DUE SECONDI
DUE SECONDI

DUE SECONDI

Autore: Osvaldo Di Domenico

Genere: Narrativa

€ 22,00

Ebook: € 9,90

Descrizione:

Tempo! Semplicemente questo. IL TEMPO. Una banale, scontata e forse inutile riflessione: il tempo. Che parola semplice! E che semplice concetto! Facile da pronunciare, per tanti probabilmente anche facile da vivere, ma nello stesso tempo terribilmente difficile da comprendere, nella sua vera essenza, quella del continuo susseguirsi di attimi, di secondi che caratterizzano costantemente e a volte inesorabilmente il nostro vivere! Quale significato dare a quello che tutti noi, comunemente e senza pensarci su neppure per un istante, definiamo con questo termine? E quali riflessioni fare sul suo scorrere? Pensavo fossero banalità o riflessioni inutili… invece non è così! E ora capisco che non lo è mai stato! L'ho capito scavando a fondo nelle mie emozioni, anzi di più, l'ho capito perché, vivendo in prima persona un'esperienza nuova e durissima, mi sono visto costretto a scavare nel fondo delle mie emozioni e dei miei sentimenti. Un'esperienza che mi ha fatto riflettere e soprattutto fatto crescere come individuo, come un essere umano che ha a sua disposizione tutto, forse anche senza rendersene pienamente conto. C'è stato bisogno di scontrarsi frontalmente con questa nuova esperienza di vita come una macchina che, senza guida e senza freni, impatta contro un muro per permettere al mio io di fermarsi a pensare e forse anche a capire…, sì… esattamente così… un impatto frontale che, nonostante fossi preparato a subire, mi ha scosso oltre ogni mia più pessimistica previsione. Una scossa, una scintilla, un colpo fortissimo alle mie certezze e alle mie comode abitudini di vita: ecco, le cose sono andate esattamente così! Probabilmente era proprio quello di cui avevo bisogno: sedermi un attimo, prendere fiato, mettere per un attimo in pausa la mia forsennata corsa verso il domani, godendo sempre del passato e nella viva speranza per il futuro, ma a volte, forse troppo spesso, facendomi inavvertitamente scivolare addosso tutte le gioie che il presente a mano a mano mi stava regalando.

Come spesso mi è accaduto in altre circostanze o accadimenti, anche per comprendere pienamente il significato che avrei dovuto dare allo scorrere del “mio” tempo, avevo bisogno di una frustata, di una scintilla, di una scossa, di qualcosa di forte che provenisse dal mio esterno e dall'esterno della mia vita serena. Una scossa fortissima che mi ha spinto a riflettere, a guardarmi dentro, e che mi ha portato con la violenza di un fiume tempestoso a dedicare parte di questo mio incredibile “tempo” alla comprensione del significato da dare ai secondi che abbiamo la fortuna di vivere. Una scossa, una meravigliosa scintilla che mi ha dato una persona, e il racconto che questa persona, forse pescandomi nel mazzo della fortuna, ha deciso di farmi in merito alla sua incredibile e sfortunata vita, con al centro le drammatiche e devastanti conseguenze dei suoi “due secondi.” Due secondi, già… due soli, maledetti secondi! Non due qualunque, ma proprio quei “suoi” due secondi, quel breve lasso di tempo che ha segnato per sempre il suo futuro.

Per me, paradossalmente, scontrarmi con la sua dura realtà è stata una fortuna, perché, grazie a quella che io chiamo e chiamerò sempre la mia “scintilla”, e al racconto che mi ha fatto, ora io, nel silenzio dei miei pensieri, riesco a godere maggiormente del mio tempo. Grazie alle tante emozioni che lei mi ha regalato, oggi io riesco ad apprezzare più compiutamente anche la più piccola sfaccettatura del mio tempo, le sue mille sfumature, i suoi tanti colori e i suoi innumerevoli odori. Prima di intraprendere questo viaggio, che all'inizio ho considerato come un salto nel buio delle mie conoscenze, non ho mai realmente pensato a quanto potesse e dovesse essere profondo il tentativo che avrei dovuto fare per comprendere il senso del mio “tempo”, quel tempo che scorre di fianco, davanti e dentro ciascuno di noi con così tanta ineluttabile bellezza da rendere una cosa sola forma e sostanza. Sì, proprio così! FORMA - SOSTANZA - TEMPO, una cosa sola, come elementi inscindibili tra loro, letteralmente indivisibili, come parti di un unico, meraviglioso ingranaggio, quello della vita. D'altronde, cos'è la forma senza sostanza? Un mero involucro, un inutile, ingannevole e a volte dannoso estetismo. Una parvenza di reale priva di alcun contenuto. Un pacco dono che, per quanto possa essere bellissimo, una volta aperto, si rivela nudo, spoglio, deludente.

E la sostanza senza forma? Un insieme indistinto di elementi corposi ma scomposti, che anziché costituire un valore aggiunto nella nostra vita ne rappresentano e a volte esaltano la confusione, come cavalli imbizzarriti nella loro frenetica corsa in uno sterminato prato immaginario. E cosa sono forma e sostanza senza il giusto tempo? Elementi essenziali certo, ma incompiuti, come incompiuta può essere una fulminea idea che non si cattura, che, così come arriva, di colpo scompare, evapora, senza lasciare altra traccia di sé che un vago ricordo, o sapore di ciò che sarebbe potuto essere, ma che in realtà non sarà mai. Un potenziale inespresso, non goduto, non cristallizzato nelle nostre vite. In sintesi, un peccato, una scia di amarezza.

Sì, il tempo, quella dimensione che scandisce cronologicamente, e per ciascuno di noi in modo unico e irripetibile, il susseguirsi degli eventi. Che concetto! Di una semplicità disarmante, talmente semplice e naturale che, come se fosse una sua derivazione o una sua diretta conseguenza, rende semplice, banale e soprattutto scontato anche il semplice viverlo, senza neppure che alcuno debba farci caso. Purtroppo credo sia proprio così! Lo si vive, semplicemente, lasciandosi trasportare dagli accadimenti; a volte soffrendone, altre gioendone, ma troppo spesso senza prestarvi la dovuta attenzione. La giusta attenzione al passare del tempo che tutti noi abbiamo la fortuna di vivere ogni giorno. Tempo, come concatenazione di secondi che il destino ci consente di vivere e che ciascuno di noi dovrebbe apprezzare, accarezzare, godere attimo dopo attimo, secondo dopo secondo, sapendo che quell'attimo vissuto, quel secondo trascorso, non tornerà più indietro, con la costante e profonda consapevolezza che il tempo che dall'alto ci viene regalato sia un bene prezioso, da proteggere. Quello stesso tempo che qualcuno in mezzo a noi è costretto a vivere centellinando con cura ogni istante, fino all'ultimo respiro. Quel qualcuno che è costretto a trarre il massimo da ciò che ha, semplicemente perché non può fare diversamente, non può modificarlo, né riviverlo, né potrà mai tornare indietro. Un qualcuno che io ho conosciuto… e che mi ha reso più forte: la mia scintilla, la mia scossa, la mia amica Roberta, che ringrazio per avermi regalato ogni cosa del suo sentire. Questo libro, che rappresenta la scoperta di un mondo, la storia di un incontro e l'esplosione di un milione di emozioni, è dedicato a te, Roberta… e alla tua quotidiana battaglia per vincere ogni sofferenza.

Info

Codice ISBN: 9788831455060

Codice Ebook: 9788831455183

Pagine: 336

Informazioni: FORMATO 15X21 cm

Status: Disponibile

Anno di pubblicazione: 2020

  • Osvaldo Di Domenico

    È nato nel 1962 a Teramo, dove vive e lavora. Funzionario della Pubblica Amministrazione, ha pubblicato i romanzi I dodici occhi (2016), Avevo sei anni (2017), Solo per un attimo (2018) e Vicolo Cieco (2019). Nel 2016, con il suo romanzo d'esordio, ha ricevuto una menzione di merito al Premio «Cesare Pavese» di Santo Stefano Belbo. Due Secondi è il suo quinto romanzo.

    Vedi tutti i libri pubblicati

Acquista subito

DUE SECONDI

Per acquistare il libro "DUE SECONDI " di Osvaldo Di Domenico al prezzo di € 22,00 compila il seguente modulo.

MODALITA' DI PAGAMENTO: Bonifico bancario anticipato

METODO DI SPEDIZIONE



Informativa sulla privacy ai sensi art. 13 D. Lgs. 196/03 » Clicca qui per leggere


Vuole iscriversi alla nostra newsletter?