Artemia Nova Editrice
Strata facènne e l’hìddre pueséje
Strata facènne e l’hìddre pueséje

Strata facènne e l’hìddre pueséje

Edizione critica con commenti, note e traduzione italiana a fronte a cura di Elso Simone Serpentini

Vol. 1 (1885-1915)

Autore: LUIGI BRIGIOTTI

Genere: Poesia

€ 28,00

Descrizione:

Luigi Brigiotti (1859-1833) è il più grande poeta dialettale teramano e seppe rappresentare l'animo e la cultura della sua gente con versi celebrati in tutta la regione, imponendosi nel panorama letterario abruzzese negli stessi anni in cui il “divino” Gabriele d'Annunzio, con il suo cenacolo, sperimentava la musicalità del vernacolo.

La notorietà di Brigiotti, dapprima ristretta alla sola provincia teramana, quando nell'ultimo scorcio dell'Ottocento prese le mosse a partire dall'insegnamento di Fedele Romani, poi fu grandissima in tutta la regione nei primi tre decenni del Novecento, dopo aver preso parte a numerosi incontri di poeti dialettali abruzzesi, che si svolsero in diversi centri, a partire dal Teatro di Palena, nel tentativo di uno scambio di esperienze da cui potesse derivare la ricerca di un dialetto comune regionale, di una “koiné” che potesse riassumere lessicalmente le forme e le movenze filologiche dell'intera area abruzzese.

Partecipando alle diverse edizioni della “Maggiolata abruzzese”, anche il teramano Brigiotti vide magistralmente messi in musica alcuni suoi versi, in canzoni assai popolari che assursero anch'esse ad una grande notorietà.

Purtroppo le poesie di Brigiotti, pubblicate, ma quasi disperse, in diversi numeri di giornali locali teramani e abruzzesi, sono diventate con il tempo introvabili, reperibili e fruibili solo mediante consultazioni archivistiche specializzate nelle emeroteche teramane e regionali, non essendo state pubblicate che parzialmente in due edizioni (con il titolo tratto da quello della sua più celebrata poesia, “Strata facenne”): la prima risalente al 1929, quando il poeta era ancora in vita (Teramo, Edizioni La Fiorita), e la seconda postuma, del 1959, curata dal figlio, il principe del foro teramano avv. Serafino Brigiotti (Pescara, Editor. Trebi).

In entrambe queste due edizioni, peraltro assai datate, la maggior parte della produzione poetica di Brigiotti non trovò posto, trattandosi in tutti e due i casi di sillogi dal carattere antologico, sì che una parte preponderante dei versi di un autore a cui giustamente la città di Teramo ha intitolato una delle vie del centro storico per il suo indubbio valore poetico) è da ritenersi sostanzialmente inedita e per nulla conosciuta.

Info

Codice ISBN: 9788831455510

Pagine: 416

Informazioni: FORMATO : 15 X 21 CM (Volume I)

Status: Disponibile

Anno di pubblicazione: 2022

  • LUIGI BRIGIOTTI

    Luigi Brigiotti (Teramo, 10 novembre 1859 - Teramo, 21 aprile 1933) è il maggiore dei poeti dialettali teramani. A lui si devono le principali codificazioni dell'uso e dell'espressione in poesia di un dialetto a cui già Fedele Romani aveva dato dignità linguistica, e del quale si serviranno con eguale maestria Guglielmo Cameli e Alfonso Sardella. La sua produzione, a cavallo tra l'Ottocento e il Novecento, accompagna e descrive il mutamento sociale e culturale della città in cui era nato e in cui visse come impiegato ma soprattutto come acclamato dicitore in pubblico dei suoi stessi versi, la cui arguzia divertiva e al tempo stesso induceva a riflettere.

     

    OPERE: 

    A lu Patr'aterne, in “Corriere abruzzese”, Teramo, n. 17 del 17 febbraio del 1886;

    Nu recurdie de l'espusizione 1890. Teramo, Stab. Tip. dell'Industria, G. Fabbri, 1899;

    Ddo' virse a la terramane, Teramo, Tip. A. De Carolis, 1903;

    ‘Na chiacchiarate de gnore Paule, 16 aprile 1904. Teramo, Tip. B. Cioschi, 1904;

    Pe' li nozze de Tumasse Petrosemolo ‘nghe Rusina Tempera, Teramo, Tip. del Nuovo Abruzzo, 1905;

    La torre de lu Ddòme, Teramo, Tip. Commerciale B. Cioschi, 1906;

    ‘Nu vicchie bandéste, Teramo, Tip. Commerciale B. Cioschi, 1912;

    Strata facènne..., Teramo, Prem. Tip. Editrice La Fiorita, 1914;

    Cruce e medaje: versi in dialetto teramano, Castellamare Adriatico, Tip. Economica, 1916;

    La fasciulate: dialetto teramano, Teramo, Stab. Tip. dell'Italia Centrale, 1916;

    Strata facènne, poesie in dialetto teramano, Teramo, La Fiorita, 1929;

     

    Strata facènne, poesie in dialetto teramano, Pescara, Editor. Trebi, 1959.

    Vedi tutti i libri pubblicati

Acquista subito

Strata facènne e l’hìddre pueséje

Per acquistare il libro "Strata facènne e l’hìddre pueséje" di LUIGI BRIGIOTTI al prezzo di € 28,00 compila il seguente modulo.

MODALITA' DI PAGAMENTO: Bonifico bancario anticipato

METODO DI SPEDIZIONE



Informativa sulla privacy ai sensi art. 13 D. Lgs. 196/03 » Clicca qui per leggere


Vuole iscriversi alla nostra newsletter?